gremmler3.jpg

(Foto@Tobias Gremmler)

 

LA NUOVA CALL-FOR-PAPERS

La contemporaneità ci esorta ormai da tempo a porre attenzione alle trasformazioni che stanno attraversando i corpi in seguito ai cambiamenti culturali, scientifici e tecnologici che la caratterizzano.

Un’attenzione necessaria e sotto certi aspetti controcorrente rispetto a quelle ideologie che affondano le loro radici in una cultura indifferente al valore della differenza e che volutamente nega la diversità dei corpi. Mai come oggi, infatti, è il corpo a rappresentare il luogo da cui partire per andare oltre l’ovvietà con cui si interpreta la diversità; è il corpo oggi a vivere il superamento di quelle logiche binarie che hanno visto l’identità opporsi all’alterità, il maschile al femminile, il naturale all’artificiale, divenendo esso stesso luogo di attraversamenti e di ibridazioni.

Rispetto a tali trasformazioni, quale peso ricopre il processo di ibridazione di identità alterità, maschile/femminile, naturale e artificiale che attraversa il corpo, nella costruzione dell’identità? Quale spazio di innovatività va riservato ai saperi? Come cambia il rapporto tra la pedagogia e le altre scienze?

 

Scadenze:

Presentazione abstract (solo all’indirizzo mail metis@progedit.com): 10 Giugno 2022

Sottomissione proposte (solo attraverso piattaforma OJS della Rivsta): 15 Ottobre 2022

Pubblicazione: Dicembre 2022