Guida-tecnologia-6-12-anni-950x545_-_rid

I media hanno rappresentato e rappresentano ancor oggi lo strumento privilegiato di diffusione delle informazioni, di confronto e discussione di modelli culturali, a sostegno e garanzia del dibattito pubblico e dei processi di democratizzazione della società. Tuttavia, tale “mandato” si è col tempo complessificato, diventando, contemporaneamente e contraddittoriamente, strumento di manipolazione dell’opinione pubblica, soprattutto per la pervasività ed estensione, nel tempo e nello spazio, dei media utilizzati. Tutto ciò al punto di rendere difficile individuare il confine tra condizionamento e libertà di pensiero e di scelta.
Rispetto a tale scenario, cosa può fare l’educazione? Come può aiutare le donne e gli uomini a scoprire le potenzialità e le insidie che si nascondono, innanzitutto, nella Rete e a educare all’utilizzo corretto dell’informazione e della comunicazione mediale come esercizio reale di cittadinanza attiva?
Con questa call, MeTis invita la comunità pedagogica a esprimersi sul tema attraverso analisi, riflessioni e proposte che possano contribuire ad arricchire un dibattito, oggi più che mai attuale e vitale, per i singoli e per le comunità (reali e virtuali).

Scadenze:
Presentazione abstract: 08 gennaio, 2020
Submission articoli: 30 aprile 2020
Pubblicazione: Giugno 2020

 

I contributi che non rispettano le indicazioni per la submission e le norme redazionali sono respinti. Solo gli articoli proposti che rispetteranno tutte le condizioni saranno sottoposti a double blind peer review.

 

Tutti i contributi proposti da studiosi non strutturati (che non accedono alla VQR) come autore unico o prima firma, qualora ricevano un referaggio positivo, potranno essere pubblicati rispettando una proporzione fissa rispetto al numero dei contributi dei colleghi strutturati, in forza delle indicazioni dell’ANVUR. Quindi non è possibile garantire a tutti, pur con referaggio positivo, la pubblicazione sul numero relativo alla call a cui hanno partecipato. I contributi che non accedono a immediata pubblicazione entrerannoa far parte dell’archivio di MeTis e saranno pubblicati via via nei numeri successivi. Coloro che intendono ritirare il loro contributo sono pregati di darne comunicazione tempestiva alla Redazione.