La vibrante bellezza della materia. La pandemia come occasione di disvelamento della materialità educativa

##plugins.themes.bootstrap3.article.main##

Alessandro Ferrante

Abstract

La pandemia ha innescato dei mutamenti che da un punto di vista pedagogico possono essere interpretati come degli acceleratori dei processi di digitalizzazione dell’educazione e degli intensificatori di problemi formativi presenti da tempo. Lo scenario pandemico, pur nella sua criticità, rappresenta altresì un’occasione preziosa di disvelamento della trama sociale e materiale che connota le pratiche educative nel loro accadere quotidiano. Nell’attuale emergenza, infatti, a tornare in primo piano è proprio quella materialità fatta di corpi, spazi, oggetti, rituali, affetti, prossimità fisica a cui non si era abituati a prestare attenzione e che restava invisibile, poiché la si dava per scontata. Il paper intende dunque interrogarsi sulle implicazioni pedagogiche ed epistemologiche connesse al recupero di uno sguardo capace di leggere la materialità educativa, al fine di comprendere le trasformazioni in corso e di orientarle verso futuri educativi sostenibili.

##plugins.themes.bootstrap3.article.details##

Sezione
Saggi