“Se vuoi sapere, chiedi”. Una ricerca esplorativa tra creatori e fruitori di science communication come base per costruire un dialogo proficuo tra accademia e divulgazione scientifica

##plugins.themes.bootstrap3.article.main##

Roberta Silva Alessia Bevilacqua Sara Lo Jacono Susanna Puecher

Abstract

La Science Communication (SC) recentemente si caratterizza per una fusione tra divulgazione ed edutainment e per una diffusione tramite social media, con interazioni cross-platform. Ciò ne massimizza l’efficacia perché promuove un rinforzo comunicativo e una riflessione personale da parte del fruitore (Fisch, 2013; Jarvin, 2015, Foel, 2021). Inoltre, grazie alla costruzione di community coese, risignifica il processo all’interno di un framework socialmente significativo. Sebbene siano già state colte le potenzialità educative della SC (Duffy, 2008), oggi è necessario un approfondimento: è stata perciò promossa una ricerca che interroga creatori e fruitori attraverso una rilevazione con domande chiuse e aperte e che proseguirà con una successiva fase condotta attraverso interviste semi-strutturate. Lo scopo è partire dall’esperienza dei soggetti per comprendere come costruire percorsi didattici a cavallo tra science education e media education e instaurare un dialogo proficuo tra accademia e divulgazione scientifica.

##plugins.themes.bootstrap3.article.details##

Sezione
Buone Prassi