MeTis è una rivista internazionale di Pedagogia, Didattica e Scienze della Formazione Open Access, il cui intento è promuovere l’apertura del mondo della formazione alle suggestioni, alle contaminazioni, al meticciamento, alle ibridazioni con tutte le scienze dell’uomo che ne possano allargare gli orizzonti di riflessione e problematizzazione, di sapere e azione, di scelta e di orientamento.

La famiglia: crisi, morte o rinascita?

2021-10-06

La nuova call

La nascita dell’istituzione famiglia si perde nella notte dei tempi ma - a nostro avviso - la sua inalterata fondamentalità si regge proprio sulla capacità di modificarsi, adattandosi creativamente e costruttivamente rispetto alla propria epoca e appartenenza storica, sociale, culturale. Segnata, nel bene e nel male, dalle trasformazioni del proprio tempo, è chiamata ancor oggi a interrogarsi sul suo essere fondamento di una società che viene a vario titolo definita “liquida” (Bauman), “del rischio” (Beck), dei “legami fragili” (Sennett).

Scadenze:

Presentazione abstract (solo all’indirizzo mail metis@progedit.com): 30 Gennaio 2022

Sottomissione proposte (solo attraverso piattaforma OJS della Rivsta): 15 Aprile 2022

Pubblicazione: Giugno 2022

V. 11 N. 1 (2021): Storie dis-seminate e impliciti della storia collettiva

Nessuna cultura o società può essere o vivere senza storie, tanto quelle ufficiali, testimoniate dalle fonti primarie e depositate nella manualistica e nella saggistica scientifica, quanto quelle diffuse, disperse nelle tracce depositate - spesso nel profondo - dell’iconografia, dei linguaggi, degli immaginari, dei comportamenti, delle cronache che, immersivamente, ospitano la quotidiana vita di ciascun soggetto.

MeTis, con questa Call, intende presentare studi e ricerche inerenti quell'implicito pedagogico proprio di questa seconda "memoria storica", recuperando differenti modalità di trasmettere e costruire storie e narrazioni, esplicite ed implicite, che agiscono, più o meno intenzionalmente, sulla definizione delle diverse identità del soggetto, bambino e adulto. Saranno dunque accettati lavori che indaghino, teoricamente e/o praticamente, i dispositivi, le fonti e i beni materiali e immateriali, che hanno agito o agiscono per la conservazione e attivazione della memoria storica di eventi, personaggi, principi, valori.

  

Pubblicato: 2021-07-16

La Storia, le storie. L’infinito dialogo tra io e mondo

Giuseppe Annacontini, Barbara De Serio

I-IV

Female Hip Hop Activist. Un incrocio intersezionale

Umberto Zona, Martina De Castro, Fabio Bocci

227-258

Visualizza tutti i numeri